Città di Vignola

L'acetaia comunale "Città di Vignola"

Acetaia "Città di Vignola"

presso il municipio di Vignola, via Bellucci, 1 (altana dell’orologio)

Con la conduzione tecnica della Consorteria dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto.

Il contesto territoriale

Vignola (secondo l'etimologia più accreditata dal latino "Vineola", piccola vigna), essendo situata sulle rive del fiume Panaro, gode da sempre di fertili terre golenali dalle quali la sapienza contadina, da sempre, ha saputo ottenere ottimi prodotti agroalimentari di sicuro interesse nazionale ed internazionale, come la ciliegia IGP di Vignola e tanto altro.

L’Acetaia Comunale “Città di Vignola”, una storia a lieto fine

Nell’anno 1996 alcuni soci della Consorteria Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto e alcuni cultori “dell’Aceto di mele” proposero all’Amministrazione Comunale la realizzazione di un sogno: avviare un'acetaia comunale presso Villa Tosi-Bellucci, sede del municipio di Vignola e precisamente nei locali dell’altana dell’orologio. Posizionamento ritenuto ideale in quanto garantisce caldo - secco d’estate e freddo - secco d’inverno.

Gli stessi volontari espressero la loro disponibilità, a locali restaurati, a farsi carico gratuitamente della conduzione dell’acetaia. L’Amministrazione Comunale colse l’invito dei suoi “cittadini” e furono stanziate le somme per il restauro dei locali, per l’acquisto degli arredi e delle botti che avrebbero dato “il via” alla produzione dell’oro nero.

Il 9 ottobre 1999 venne ufficialmente inaugurata l’acetaia comunale “Città di Vignola” che custodisce botticelle, organizzate in batterie a scalare, contenenti da un lato l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena (ABTM) e dall’altro l’Agromela di Vignola, ora Agresto di mele di Vignola.

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, viene ottenuto da mosto cotto d’uva (Trebbiano, Lambrusco, etc.) opportunamente acetificato e posto per l’affinamento ed il successivo invecchiamento in botti costruite con essenze diverse di legni (rovere, ciliegio, frassino, ginepro, castagno).

L’Agromela di Vignola, ora Agresto di Mele di Vignola, è ottenuto da succo cotto di mele, anch’esso avviato in botti di legno organizzate in batterie, per un adeguato invecchiamento.

La prima volta non si scorda mai”

Il 7 giugno 2013, nella suggestiva piazza Boncompagni di Vignola, alla presenza di cittadini, di turisti, di rappresentanti del Consorzio di Tutela ABTM e della Consorteria ABTM di Spilamberto, si celebrò un grande momento: il 1° imbottigliamento di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP.

Questo riconoscimento a livello europeo conferisce al prodotto un’importanza internazionale, in quanto la sua produzione viene effettuata nel pieno rispetto del relativo disciplinare di produzione. Dal 1999 ad oggi gruppi di turisti, delegazioni, scuole e singoli cittadini sono stati accompagnati a visitare l’acetaia comunale dai volontari, sempre stimolati dalla grande passione di far conoscere questi prodotti unici.

Ogni anno, ad ottobre, durante la manifestazione “Autunno a Vignola”, i soci della Consorteria ABTM di Spilamberto e dell’Agromela di Vignola “scendono in piazza” per la tradizionale bollitura di succo di mele e mosto d’uva, al fine di far conoscere questi prodotti unici.

Per info/visite:

Servizio Sport, Associazioni e Gemellaggi

Tel. 059/777606 oppure 059/777713 e-mail: francesco.iseppi@comue.vignola.mo.it

 

__________________________________________________________

 

Da non perdere anche le visite a:

Palazzo Barozzi

È un imponente edificio fatto edificare dal 1565 al 1568 da Ercole Contrari il vecchio, su progetto attribuito al grande architetto vignolese Jacopo (Giacomo) Barozzi. In un'ala laterale del palazzo è situata una originale, bellissima scala elicoidale con gradini pensili a struttura autoportante, esempio di altissima ingegneria.

Info per visite:

Parrocchia di Vignola Tel.059/771062, palazzo.barozzi@gmai.com

La Rocca

È l'emergenza architettonica più importante e conosciuta di Vignola.

Documentata per la prima volta nel 1178, fu ampliata nelle forme attuali (tranne la Rocchetta, successiva) dal 1402 al 1419 dai Contrari, signori di Vignola, che vollero coniugare la funzione militare con quella di prestigiosa residenza signorile, facendolo riccamente affrescare sia all'interno che all'esterno.

Info: Fondazione di Vignola Tel. 059/775246

www.roccadivignola.it

info@roccadivignola.it

 

 

Ufficio Sport, Associazionismo e Gemellaggi

Via Bellucci, 1

tel. 059 777713 / 059 777606
fax. 059 764129
e-mail: francesco.iseppi@comune.vignola.mo.it
e-mail: valentina.raffaelli@comune.vignola.mo.it
referenti:
Responsabile del Servizio: Iseppi Francesco
Referente: Valentina Raffaelli

orari:
Dal Lunedì al Venerdì 8:30-13:00
Giovedì 15:00-17:30

Primo inserimento del 07/11/2019 - Ultimo aggiornamento del 07/11/2019 ore 13:03 - N° visioni: 35