Città di Vignola

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA SEMPLIFICATA


Autorizzazione paesaggistica semplificata ai sensi del  del DPR 13 febbraio 2017, n.31 Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata.

Il DPR 31/2017 amplia gli interventi di lieve entità per i quali si esegue una procedura di autorizzazione semplificata, con modifica dell’iter procedurale per l’ottenimento dell’autorizzazione. Si prevede infatti  l’invio dei documenti solo per via telematica.

Descrizione procedimento
ll nuovo decreto che abroga il DPR n. 139 del 2010, oltre a modificare la procedura  di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica semplificata per opere e interventi da realizzare in area vincolata, individua n. 42 tipologie di interventi che saranno sottoposte a semplificazione, in quanto considerati di lieve entità, e n. 31 tipologie di interventi che vengono esonerati totalmente dal controllo paesaggistico. in quanto considerati irrilevanti per il paesaggio.

Il DPR n. 31 del 2017, che entra in vigore il 6 aprile prossimo, è composto da un’articolato (20 articoli), che detta la procedura e le disposizioni di dettaglio, e da quattro allegati:

  • Allegato A, relativo all’elenco degli Interventi ed opere in aree vincolate esclusi dall’autorizzazione paesaggistica (31 tipologie);
  • Allegato B, relativo all’Elenco interventi di lieve entità soggetti a procedimento autorizzatorio semplificato (42 tipologie);
  • Allegato C, che contiene il FACSIMILE dell’Istanza di autorizzazione paesaggistica con “procedimento semplificato”;
  • Allegato D, relativo alla Relazione paesaggistica semplificata.

Fatti salvi i casi di cui al comma 2 del dpr 31/2017, l’istanza di autorizzazione paesaggistica e la relativa documentazione sono presentate in via telematica allo sportello unico per l’edilizia (SUE) , qualora siano riferite ad interventi edilizi ai sensi del medesimo dpr 380/2001.

Nei casi in cui l’istanza di autorizzazione paesaggistica sia riferita ad interventi che rientrano nell’ambito di applicazione del dpr 7 settembre 2010, n. 160, la domanda e la relativa documentazione sono presentate allo sportello unico per le attività produttive (SUAP), mediante il portale regionale SuapER.

In tutti gli altri casi, la richiesta di autorizzazione paesaggistica è presentata all’amministrazione procedente. Il procedimento autorizzatorio semplificato si conclude con un provvedimento, adottato entro il termine tassativo di 60 giorni dal ricevimento della domanda da parte dell’amministrazione procedente, che è immediatamente comunicato al richiedente.

Ufficio responsabile di istruttoria
Settore: Pianificazione Territoriale
Servizio: Sportello Unico Edilizia
Ufficio: Segreteria della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio
Indirizzo:Via Bellucci, 1

Responsabile del Procedimento
arch. Serena Bergamini - tel. 059.777527 - orario di ricevimento pubblico: su appuntamento.

Requisiti del soggetto che presenta domanda di avvio del procedimento
Le Autorizzazioni Paesaggistiche finalizzate a interventi che richiedono successivo Permesso di Costruire o SCIA devono essere richieste dagli stessi soggetti aventi titolo ai sensi del Regolamento Edilizio a richiedere il titolo edilizio.Le Autorizzazioni Paesaggistiche aventi ad oggetto interventi che NON richiedono successivo titolo edilizio possono essere richieste, ai sensi dell’art. 146 co. 1 e 2, del D.Lgs. 42/2004, dal proprietario, possessore o detentore a qualsiasi titolo di immobili od aree soggetti a Vincolo Paesaggistico. 

Costi
Marca da bollo in valore corrente da apporre sull’istanza e euro 80,00 di Diritti di segreteria. 

La domanda di autorizzazione paesaggistica
L'istanza di autorizzazione paesaggistica relativa agli interventi di lieve entità deve essere compilata, anche in modalità telematica, secondo il modello semplificato dell'Allegato C e deve essere corredata da una relazione paesaggistica semplificata, redatta da un tecnico abilitato, secondo l'Allegato D.
Modalità di presentazione della domanda
La domanda deve essere presentata a:

Servizio Sportello Unico per l’Edilizia, mediante PEC
In caso di impianti produttivi di beni e servizi, il modulo e l'eventuale documentazione vanno presentati in formato elettronico allo Sportello Unico per le Attività Produttive tramite il portale telematico SuapER che provvederà a trasmetterli agli uffici competenti.

Tempi di conclusione del procedimento
60 gg.
Modulistica Modulistica: [i modelli sono allestiti in formato "Moduli word" compilabile
Aggiornamento aprile 2017
 

versione 5 aprile2017 codice mod. descrizione
1.1 5 aprile2017 SUE_2_AP_mod.00 cartellina
1.1 5 aprile2017 SUE_2_AP_mod.01 modulo domanda  
1.1 5 aprile2017
SUE_ITER
linee guida presentazione telematica
1.1 5 aprile2017      
1.1 5 aprile2017 SUE_ITER modulo trasmissione integrazioni

 

Area Tecnica - Sportello Unico Edilizia Privata

Via Bellucci, 1 - 41058 Vignola (MO)

tel. 059 777512 per Segreteria, Assessorato e Direzione
fax. 059-777548
e-mail: sergio.tremosini@comune.vignola.mo.it
e-mail: marcella.soravia@comune.vignola.mo.it
referenti:
Responsabile Servizio Edilizia Privata: geom. Sergio Tremosini

Istruttori Tecnici per appuntamento e/o informazioni:
- ing. Gianluca Bonantini- tel 059 777.526
- geom. Enrichetta Giacobazzi - 059 777.747
- geom. Licia Martinelli- tel 059 777.526 (Agibilità)
- ing. Chiara Gorini - tel 059 777.502 (Edilizia Produttiva)



orari:
Orari di Apertura Sportello1 - Professionisti Imprese
Lunedì: dalle ore 11,00 alle ore 13,00
martedì: CHIUSO
mercoledì: dalle ore 11,00 alle ore 13,00
giovedì: dalle ore 11,00 alle ore 13,00
venerdì: dalle ore 11,00 alle ore 13,00

I Tecnici ricevono su appuntamento

Primo inserimento del 10/10/2012 - Ultimo aggiornamento del 15/03/2018 ore 16:37 - N° visioni: 6.652