Città di Vignola

Tariffa rifiuti, risparmi in bolletta per la maggior parte delle utenze

Sono in distribuzione in questi giorni, da parte del gestore del servizio (Hera), le bollette relative al primo acconto della nuova tariffa sui rifiuti, entrata in vigore dal 1° gennaio 2019. 

A tele proposito, è utile precisare che la tariffa rifiuti sarà suddivisa in tre rate ordinarie. È prevista una quarta rata di conguaglio che arriverà nel corso del 2020 solo a chi avrà sforato la soglia dei conferimenti assegnati, a chi avrà diritto a riduzioni (ad esempio per aver portato i propri rifiuti differenziati presso la Stazione Ecologica) e a chi avrà avuto variazioni contrattuali nel corso del 2019.

Le tariffe approvate garantiscono, rispetto all'anno scorso, una riduzione complessiva e generalizzata della bolletta annua per la grande maggioranza delle utenze.

E' utile inoltre precisare che, con la nuova tariffa rifiuti, l'IVA non è un costo aggiuntivo ma, come per gli anni passati, è un’imposta che concorre a comporre l’importo complessivo della bolletta. Negli scorsi anni l’IVA era fatturata al Comune, che a sua volta ne ripartiva il costo all’interno della tassa rifiuti. Oggi invece è fatturata direttamente agli utenti. Per i privati dunque non cambia nulla, mentre da questa impostazione traggono vantaggio le aziende che, al contrario di quanto accadeva in passato, possono oggi detrarla”.

Hera informa poi che “per un inconveniente in fase di calcolo, alcuni utenti che hanno diritto a un’esenzione totale della tariffa (perché proprietari di immobili inutilizzati e privi di qualsiasi utenza) hanno comunque ricevuto una richiesta di pagamento. Invitiamo gli interessati a non pagare gli importi relativi agli immobili esenti: sono in corso le procedure di compensazione/rimborso degli importi eventualmente già pagati. Il servizio clienti Hera è a disposizione per informazioni al numero gratuito 800.862.328”.

Primo inserimento del 07/06/2019 - Ultimo aggiornamento del 07/06/2019 ore 16:15 - N° visioni: 148